Regione Lombardia

Interventi sugli alberi in via Alfonso Casati e nel Parco del Grugnotorto.

Pubblicato il 6 dicembre 2018 • Ambiente

Il tema delle alberature nella Città è particolarmente delicato dal punto di vista della sicurezza, anche in conseguenza delle mutate condizioni climatiche che causano spesso, anche nel nostro territorio, eventi di forte intensità, come per esempio raffiche di vento molto violente. Il monitoraggio degli esemplari arborei cittadini è stato da subito oggetto di attenzione da parte dell'Amministrazione, sia attraverso indagini visive a cura di esperti agronomi, sia attraverso la manutenzione straordinaria che, ogni anno secondo programmazioni in base alle urgenze, ha interessato con le potature la maggior parte degli esemplari cittadini.

Ci si è concentrati in particolare sulle alberature più alte, più vetuste e in condizioni di criticità, con un'attenzione ulteriore sul loro posizionamento in luoghi di grande frequentazione (es. giardini delle scuole).

Nella scorsa primavera è stata affidata al dott. agronomo Filippo Chiari la valutazione degli esemplari di tilia radicati in via Alfonso Casati con l'intento d'individuare gli interventi necessari per il corretto mantenimento del patrimonio arboreo della via. Il filare alberato è formato da 81 tigli simili per età e dimensioni, che in passato sono stati tutti contenuti con drastiche potature, effettuate anche per contenere lo sviluppo delle chiome di quegli esemplari che radicano in prossimità degli edifici. Sui tronchi di molti di loro sono inoltre diffusi danni meccanici alla base e sulle branche primarie in direzione della pubblica via, probabilmente per manovre scorrette di mezzi automobilistici. Dalla valutazione tecnica sono stati individuati:

  • 9 abbattimenti urgenti per gravi difetti e in avanzata e irrimediabile regressione vegetativa;
  • 17 alberi che necessitano di un’indagine più approfondita per valutare eventuali difetti interni;
  • per gli altri esemplari è prescritta una potatura di diradamento e contenimento della chioma.

Sebbene il viale alberato Casati abbia un valore storico-ornamentale per la nostra Città gli interventi attualmente evidenziati dal tecnico-agronomo sono ineludibili per garantire la sicurezza di una strada centrale molto percorsa sia dai veicoli che dai pedoni. La vicinanza di alcuni esemplari alle abitazioni e le alte dimensioni degli stessi richiede un monitoraggio costante cominciato tre anni or sono con le prime potature in tree climbing effettuate a Muggiò. Molti dei problemi di sicurezza delle alberature presenti in città sono dovute a scelte del passato che si sono rivelate poco lungimiranti in seguito alla piantagione di specie arboree che in pochi decenni hanno raggiunto dimensioni notevoli e con il loro apparato radicale hanno divelto i marciapiedi e ristretto lo spazio di passaggio. Oltre al viale Casati, i prossimi interventi di manutenzione e potatura riguarderanno anche altri esemplari arborei di medio-alto fusto in varie zone della città tra cui  via 1° Maggio, via Menotti-D’Annunzio, via Vigevano, dove saranno coinvolti circa cinquanta alberi.

Muggiò è una città molto verde sia per le alberature presenti sia, soprattutto, per la presenza di ampi spazi verdi: dallo storico Parco Casati al Bosco in Città, dai numerosi parchetti di quartiere al meraviglioso ed esteso Parco del Grugnotorto. Proprio nel Parco del Grugnotorto prossimamente cominceranno nuovi interventi. Accanto alla riqualificazione in terra battuta del tratto di collegamento con la ciclo-pedonale Nova-Cinisello, vi saranno interventi significativi di piantumazione nei pressi della nuova area giochi inclusiva. L’incremento del patrimonio arboreo cittadino deve essere fatto in modo accorto, nei luoghi dove gli alberi possono svilupparsi liberamente senza creare situazioni di intralcio alla percorrenza dei pedoni o alla vicinanza agli edifici: le piantumazioni nelle città negli ultimi anni sono oggetto di molte nuove attenzioni ed indirizzi progettuali ai quali è corretto che anche Muggiò faccia riferimento.